Beppe Gambetta, Guitar Winter Summit

Concerto di Beppe Gambetta, venerdì 28 dicembre 2018 | Villa Durazzo, ore 21:00

Beppe Gambetta, chitarrista, cantante, compositore ha da sempre diviso la sua vita artistica a cavallo tra Europa e America, dove da alcuni anni risiede restando però sempre legato alla sua Genova e all’Italia a cui dedica progetti e dove continua a produrre importanti eventi.

Il programma OUDÙ DE MÂ MISCIÒU DE PÈRSA LÉGIA richiamato nel titolo, è tratto dal testo della canzone “A Cimma” (De Andrè-Fossati): ode alla poesia nella gestualità, nelle formule magiche, nei profumi e nei segreti delle erbe selvatiche del cibo tradizionale ligure.

Inoltrandosi nei testi di Fabrizio De Andrè, Beppe ha volutamente scelto un repertorio in cui il cibo acquista significati diversi, storici e metaforici. Si va dai profumi delle osterie della città vecchia, al brodo di farro dei galeotti, ai gatti mangiati per fame durante l’assedio di Genova. Si canta anche di cibo in senso biblico (Il Pescatore), oppure erotico (Jamin-a), e, in canzoni diverse, si trovano tante altre metafore, come quella della vecchiaia che ti pesta nel mortaio o la critica al capitalismo del menu in tedesco “maccheronico” del finale di “Ottocento”. Il programma mette anche in evidenza lo speciale rapporto che Fabrizio aveva con la musica tradizionale italiana e l’amore per Genova e le altre terre a cui era legato. Una parte importante dello spettacolo è anche il racconto che proviene dai diari di Fabrizio e riguarda gli incontri personali di Beppe con l’artista.

Il sapore fondamentale di questo viaggio nella musica di Fabrizio De Andrè e il cibo è comunque la chitarra di Beppe sulla quale si basano gli arrangiamenti delle canzoni e che si inserisce con alcuni brani originali o popolari scelti ad hoc seguendo il tema della serata.