L’artista greca Eleni Zafiropulos espone alla galleria Cella di via Roma da sabato 14 settembre

Ultima esposizione della stagione al Cella Temporary Space di via Roma 12c a Santa Margherita Ligure, a partire da sabato 14 settembre, giorno in cui verrà inaugurata la mostra dell’artista greca Eleni Zafiropulos.

“Evoluzione della figura” è il titolo dell’esposizione che l’artista, che ora abita in Liguria, proporrà alla galleria di Barbara Cella sino a domenica 29 settembre.

In questa sua ultima ricerca formale Eleni Zafiropulos ripropone i suoi caratteristici “attaccapanni”, tratto identificativo dell’artista, che altro non sono che simulacri della figura umana, rivisitati e immersi in un colore che ha preso coraggio, rivelando l’amore per il blu intenso del mare delle isole greche e della Liguria.

Si evolve, il colore, e porta con sé anche la figura che diventa più aperta all’esperienza. Gli “attaccapanni” si umanizzano in un lavoro più gestuale e veloce. Come tutte le sue opere vi è all’interno una tensione emotiva percepita attraverso la stratificazione della materia, che qui trova un equilibrio tra la rappresentazione formale e l’affiorare del disagio interiore di un’anima sensibile alla ricerca della propria autonomia. Autonomia che trova, proprio attraverso la pittura, terapeutica e salvifica.

Ecco quindi che le figure emergono più sicure e forti. Quella che, solitaria, penetra in un blu profondissimo è la proiezione dell’artista stessa che va verso un colore poco “osato” prima; nei gruppi le figure sono in un rapporto di familiarità, non c’è più chiusura; la coppia è complice, immersa in un’atmosfera rarefatta. L’evoluzione della figura è compiuta, attraverso un percorso di ricerca cromatica e psicologica.

L’inaugurazione è prevista per sabato 14 settembre alle ore 18; la mostra sarà visitabile sino a domenica 29 settembre dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.